Comunità Montana del Gargano

Benvenuti sul sito web della Comunità Montana del Gargano
voi siete in: territorio

:: l'uomo e la terra


click per ingrandireDa sempre, l'uomo ha cercato di strappare spazi e terre alla Natura, per poter avere luoghi su cui costruire case, campi su cui lavorare e aree su cui far pascolare e crescere gli animali. Per sopravvivere si è sempre ingegnato per rendere dome e vivibili zone aspre e spesso inaccessibili.
Il Gargano è un vero e proprio esempio di come, attraverso la tenacia e il lavoro, i popoli riescano ad inserirsi e a far nascere e sviluppare la vita anche in un luogo dalle caratteristiche morfologiche apparentemente impossibili da addomesticare. In Gargano l'uomo non solo ha portato la civiltà, ma è riuscito ad adattarsi al territorio senza alterarne o modificarne la struttura originaria.
Da questo secolare rapporto di convivenza nascono le suggestioni e il fascino del promontorio garganico. Si pensi a Peschici, in bilico su una scogliera mozzafiato o a Monte Sant'Angelo, arrampicata a 800 metri sul livello del mare, abbracciata alla grotta che l'Arcangelo Michele scelse per apparire agli uomini. Si pensi alle case di Vico che seguono, a schiera, le curve di livello del colle che le ospita.
Questi sono pochi esempi che testimoniano l'antropizzazione del territorio nella sua forma più affascinante: il rapporto sottile e segreto tra uomo e natura, rapporto di convivenza secolare, che illude il viaggiatore facendogli credere che quelle case, quei castelli siano frutti spontanei della pietra, naturale prosecuzione della roccia, della terra, figli legittimi della Natura.

certificato XHTML 4.01! .  certificato CSS 2.0! . 
powered by Koinè Strategie di Comunicazione